PITTI UOMO 93: IL REPORT

A manifestazione conclusa, Pitti Immagine Uomo registra un significativo aumento di buyer e presenze, per un’idea di uomo oltre ogni aspettativa

premiazione Brooks Brothers
Premiazione Brooks Brothers

A pochissimi giorni dalla chiusura della piattaforma di riferimento per le collezioni maschili, i numeri parlano chiaro, stimando, non solo un aumento positivo del 2.5% per i buyer e un superamento delle 36.000 presenze, ma <<un lavoro fatto dalle aziende espositrici di ricerca, innovazione, eccellenza manifatturiera e di qualità stilistica che hanno saputo esprimere il valore delle loro collezioni>>, come sottolinea Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine, aggiungendo:<<I feedback raccolti a caldo raccontano di una grande dinamicità in Fortezza e in città>>.

Un ricco e multiforme calendario di eventi speciali ha fatto da sfondo. Tra essi, l’apertura del Gucci Garden, che ha celebrato l’archivio storico della maison e ha offerto un’esperienza dinamica e interattiva ai suoi visitatori, la presentazione del docu-film Uninvited su Marcelo Burlon, mirato a lanciare un forte messaggio comunicativo, incoraggiando i protagonisti del talk, la première di Brooks Brothers, che ha celebrato i suoi 200 anni di storia proprio durante queste giornate oltre a tutte le iniziative mirate a promuovere i brand emergenti e i giovani designer.

Difficile identificare una tipologia di stile maschile, diviso tra classicismo sofisticato, sportswear iper tecnico fin nei minimi dettagli, come nel caso del designer britannico Nigel Cabourn che, in collaborazione con Peak Performance, reinventa il workwear e, infine, un’indagine estetica e iconografica che passa attraverso gli eventi storici, i cambi generazionali e le micro fratture estetiche e ideologiche che investono il mondo giovanile e il suo nuovo assetto geopolitico, quella presentata alla sfilata di M1992 che si spinge oltre i confini di Malibu per amplificare e consacrare la sua identità fluida votata al cambiamento.

Una nuova stagione per la moda internazionale quindi, che sembrerebbe segnare un nuovo capitolo anche per questa manifestazione. Il prossimo appuntamento è fissato per giugno.